.
Annunci online

Confusi pixel nell'ordine delle cose (perse)...
...minestra d'aglio...
post pubblicato in culi'n'aria, il 10 novembre 2009


...fra i blog culinari che seguo uno dei più interessanti è sicuramente We Are Never Full. Certo i posti migliori dove fare acquisti a New York non sono in cima alla mia lista, ma i post sono sempre ricchi di curiosità e la cucina spazia davvero su tutto il globo con notevole competenza. La loro grande passione per il cibo trasuda da ogni pixel come una cipolla in un soffritto. E da loro ho preso questa zuppa che sembra una Bouillabaisse senza pesce. E buona quanto. Con qualche piccolo adattamento ecco dunque la Minestra d'aglio.


Ingredienti (per una simpatica coppia)
25 bulbilli di aglio (io ho usato quello di Nubia)
65 gr. di guanciale a dadini
650 ml di brodo chiaro di pollo
1 1/2 tbs di farina '00'
2 tuorli d'uovo
1/4 cup - 60ml di vino bianco secco (io ho usato un Semillon Sauvignon Blanc Yellow Tail che si trova alla coop)
1 ciuffo di prezzemolo
2 tbs di parmigiano reggiano grattugiato
2 fette di pane (io ho usato un pane bianco a cassetta fatto dal sottoscritto)

Preparazione
Separare i bulbilli di aglio senza pelarli. Schiacciarli delicatamente con un coltello per favorire l'estrazione successiva del sapore senza però smaciullarli. Uno solo invece va pelato e tritato finemente (da usare alla fine).




Scegliere la pentola per la minestra. Io ho optato per una Le Creuset in ghisa... la 21cm perché è color avorio e mi sembrava del colore adatto per l'aglio!

Realizzazione
Far sciogliere il guanciale nella pentola per qualche minuto, a fuoco basso, fino a quando non sia marroncino ed il grasso sia abbastanza liquido. A questo punto unire la farina e mescolare bene cuocendo per un 3 minuti a fuoco medio, per creare una sorta di fondo bruno (o roux) senza smettere di girare.


Aggiungere quindi il brodo continuando a mescolare, sciogliendo il roux, in maniera similare al procediemento per la maionese. E' importante che il fondo non si raggrumi. Portare il tutto a bollore e quindi aggiungere i 24 bulbilli di aglio. Abbassare la fiamma e lasciare sobbollire coperto per 45 minuti. Sobbollire, non bollire è importante.
A parte sbattere i tuorli ed incorporare il vino bianco.


Al termine della cottura della zuppa filtrarla con un passino sottile scartando aglio e guanciale. Sono esausti quindi non sono neanche un granché da mangiare. Riportarla nella pentola unendo qualche mestolo caldo alla mistura uovo vino. Mescolare fino a quando le uova non si scaldano e temperano. A questo punto unire tutto alla minestra e riscaldare senza farla bollire.

Tritare finemente insieme l'aglio ed il prezzemolo per ottenere una persillade.
Nei piatti disporre una fetta di pane abbastanza alta, coprirla con il formaggio grattugiato e quindi versarvi la minestra con un mestolo. Finire con la persillade sul pane.

Buon appetito e contrariamente a quanto si pensi l'alito non è così male.

Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. minestra aglio we are never full

permalink | inviato da briga il 10/11/2009 alle 20:54 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
...il packaging...
post pubblicato in culi'n'aria, il 14 agosto 2009


...sempre nel capitolo consumi coerenti...

Questo è l'aglio di Nubia che ho comprato l'altro giorno alla Coop nell'iniziativa che hanno in associazione con i presidi Slow Food.

Il quale avrebbe anche un suo sito ma è temporaneamente indisponibile. Chissà cosa c'era....
Ma la cosa interessante è che ha vinto anche un premio per il confezionamento ecologico. Ovvero come si vede dalla foto hanno intrecciato i gambi secchi a farne una maniglia per il trasporto di quattro teste alla volta. Tanto semplice quanto geniale. E funziona egregiamente.

Ed il prodotto? Molto buono, pungente ed intenso l'aroma. In alcuni casi anche troppo. Ho preparato una maionese all'aglio (o garlic mayonnaise o alioli che dir si voglia). Perlatro molto semplice da fare. Spelare, degerminare e pestare 5 bulbilli di aglio. In una ciotola unirli a un pizzico di sale, uno di pepe bianco, uno di cayenna, un cucchiaino da the di succo di limone ed un tuorlo d'uovo. Mescolare fino a rendere il composto omogeneo. A questo punto incorporare, poco alla volta e meglio con lo sbattitore elettrico, 250 mil di olio. Io questa volta ho usato tutto olio d'oliva extra vergine, ma come per la maionese, consiglio di mettere una percentuale di olio diverso per non rendere troppo predominante il gusto dell'olio.
La salsa è venuta ottima ma per la prima ora o quasi il pungente acre dell'aglio fresco era troppo forte. Poi per fortuna si è bilanciato.
Sfoglia ottobre        dicembre
calendario
adv